La “Wound Bed Preparation”

WBPLa consapevolezza su come trattare correttamente le ulcere, particolarmente in relazione alla preparazione del letto delle ferite, purtroppo, oggigiorno, non è  così diffusa come potrebbe sembrare. Inoltre, anche se sia medici che infermieri hanno ottenuto direttive sui trattamenti standard e sulla gestione delle ulcere, frequentemente non le adottano o considerano esclusivamente gli aspetti individuali, come la pulizia e la ricerca di segni di infezione. Il trattamento delle ulcere, tuttavia, richiede un approccio completo che garantisca una eccellente preparazione del letto delle ferite e tenda a ottenere i massimi benefici dai prodotti avanzati attualmente disponibili. Di recente acquisizione, il concetto di preparazione del letto delle ferite ha assunto un impatto significativo sulla gestione delle lesioni croniche della pelle. Per poter applicare questo concetto in clinica nel modo migliore, è stato introdotto l’acronimo TIME, presentato nel presente mezzo come una struttura dinamica per identificare gli elementi necessari a realizzare un’efficace preparazione del letto di ferita: gestione della necrosi (ricerca di tessuto necrotico o non vitale), controllo dell’infiammazione e dell’infezione, bilanciamento dell’umidità, stimolazione del bordo epiteliale (epidermide, progressione del bordo).

La struttura TIME nella sua completezza, consente ai medici di razionalizzare il trattamento di ferite croniche, con vantaggio per i pazienti. La wound bed preparation è un pre-requisito di ogni tecnica e di ogni approccio terapeutico e costituisce un modello che ci consente di analizzare e di concettualizzare i fattori che contribuiscono alla guarigione delle ferite.